GIOVANNI FATTORI

Giovanni Fattori, Autoritratto, 1894, Collezione Privata

Giovanni Fattori, Autoritratto, 1894, Collezione Privata

Giovanni Fattori è fra i più grandi artisti internazionali di ogni tempo. Condusse una vita modesta, tenendosi in disparte anche dalle polemiche dei macchiaioli di cui è considerato il massimo esponente. Dopo aver studiato a Livorno con G. Baldini e a Firenze con G. Bezzuoli, si dedicò soprattutto a dipingere battaglie e scene di vita militare. Verso i nuovi modi pittorici fu orientato da Nino Costa, giunto a Firenze nel 1859. Da allora andò sempre più discostandosi dalle forme accademiche per cercare negli umili aspetti della vita quotidiana – personaggi, animali, scene di vita rustica, – una più genuina fonte d’ispirazione. Fu anche ottimo ritrattista (ritratti della Cugina Argia, della Prima moglie, della Figliastra, Autoritratto), e acquafortista di grande originalità. Nel 1869 fu nominato professore nell’accademia di Firenze.
Giovanni Fattori emerse per la schiettezza espressiva della propria pittura in cui emerge, meglio che in altri, la forza rinnovatrice di quella corrente. Le idee dei puristi orientarono Fattori verso lo studio dei quattrocentisti, ma fu suo merito l’averlo condotto a fondo, mirando piuttosto alle qualità profonde dell’espressione che ai motivi esteriori. Parte della sua opera è costituita da rapidi, piccoli abbozzi, in cui la rappresentazione è affidata all’accordo di poche, essenziali macchie di colore.



SEI INTERESSATO AL MERCATO DI QUESTO O DI ALTRI ARTISTI?

COMPILA IL NOSTRO MODULO: